• Italiano
  • Francese
  • Tedesco


  Contact : 021 802 00 19

All Posts in Category: Benessere

Rilassatevi!

back hurt

Mal di schiena al lavoro? Prendetevi cura di voi!

Il mal di schiena è sempre più diffuso nelle nostre società. In causa: la sedentarietà della popolazione.

Dedicando un poco più di tempo al proprio corpo, una o due ore alla settimana, questo problema sarebbe molto meno frequente. Pochi esercizi di ginnastica o di nuoto basterebbero infatti a mantenere in forma la schiena, che subisce il ritmo quotidiano.

E che ritmo! Per la maggior parte delle persone, lavorare è sinonimo di immobilità. Stare seduti tutta la giornata dietro una scrivania causerebbe dolori sempre più importanti, di cui ci si può sbarazzare seguendo alcuni consigli pratici.

Tre consigli per riguardarvi:

Scopri di più

Una settimana senza cellulare

Anche se possiamo facilmente capire la maniera in cui i cellulari ci avvelenino dolcemente l’esistenza e le vacanze, spegnere deliberatamente il telefono è un’impresa delicata. E se cercassimo di…

  • … approfittare dell’istante presente?
  • … rimettere questo accessorio al suo posto?
  • … non essere sempre nell’attesa che il telefono suoni o che ci arrivino dei messaggi?
  • … sconnetterci per liberarci da questo vincolo?
  • … chiudere la linea e aprirci agli altri?

Non è facile, vero? Cerchiamo di capire perché non possiamo più farne a meno.

Scopri di più

I massaggi terapeutici

Il massaggio è probabilmente la forma più antica di terapia naturale. Alcuni autori affermano che sia iscritto nei nostri geni, tanto il gesto di portare la mano su una zona sensibile e strofinarla è innato negli esseri umani. Praticato in Oriente come in Occidente, il massaggio risale alla notte dei tempi. La massoterapia moderna ha semplicemente perfezionato e raffinato il massaggio fino a trasformarlo in un approccio strutturato di prevenzione, rilassamento e cura.

La massoterapia ingloba una panoplia di tecniche. Nonostante la differenza di filosofia e di tipo di manipolazione, esse hanno diversi punti in comune. I principali obiettivi della massoterapia sono di favorire il rilassamento (muscolare e nervoso), la circolazione sanguigna e linfatica, l’assimilazione e la digestione degli alimenti, l’eliminazione delle tossine, il buon funzionamento degli organi vitali e il risveglio di una consapevolezza psico-corporea.

La massoterapia si pratica soprattutto con l’aiuto delle dita e delle mani, ma anche con i piedi, i gomiti e le ginocchia. Secondo la tecnica utilizzata, le manovre possono essere applicate su tutto il corpo o soltanto su una parte. Ci si potrà concentrare soprattutto sulla pelle e sui muscoli o andare più in profondità verso i tendini, i legamenti e le fasce, oppure mirare a punti specifici situati lungo i meridiani di agopuntura. Benché si possano facilmente enumerare oltre 100 tecniche diverse di massaggio e lavoro corporeo, le si può raggruppare in cinque categorie principali:

1) La tradizione europea di massofisioterapia, che è basata sui principi occidentali di anatomia e fisiologia e la manipolazione dei tessuti molli (ad esempio il massaggio svedese), costituisce il metodo classico;

2) La tradizione moderna nordamericana, basata anch’essa sui principi occidentali di anatomia e di fisiologia, ma che integra ai concetti tradizionali una dimensione psico-corporea. Ne fanno parte il massaggio californiano, il massaggio Esalen, quello Neo-Reichiano e quello neuromuscolare;

3) Le tecniche posturali, miranti a rimodellare la struttura corporea attraverso una rieducazione della postura e del movimento, come l’integrazione posturale, il Rolfing, il Trager e l’Hellerwork;

4) Le tecniche orientali, basate tra l’altro sui principi della medicina tradizionale cinese, come il massaggio Tui na, la digitopressione, lo Shiatsu, la riflessologia e lo Jin Shin Do;

5) Le terapie energetiche, ispirate ad antiche pratiche di guarigione, che utilizzano l’imposizione delle mani, come il tocco terapeutico, il Reiki e la polarità.

Applicazioni terapeutiche della massoterapia

La massoterapia è idonea alla maggior parte delle persone, dai più piccini ai più anziani. I suoi effetti, che possono essere tranquillizzanti o energizzanti, possono diminuire l’eccitabilità nervosa, alleviare le affezioni causate dallo stress (tra le quali il mal di schiena, l’emicrania, la spossatezza e l’insonnia), migliorare la circolazione sanguigna e linfatica, e provocare uno stato di benessere generale. Alcuni studi clinici hanno dimostrato i benefici della massoterapia nei casi seguenti:

  • riduzione dei rischi di ferite al perineo al momento del parto,
  • diminuzione dell’ansietà,
  • miglioramento della qualità di vita nelle persone con un tumore,
  • contributo alla cura della depressione,
  • contributo ad alleviare i dolori lombari.

Alcune controindicazioni

Benché il massaggio non presenti rischi per la maggior parte degli individui, vi sono alcune controindicazioni. Ad esempio, è controindicato in caso di febbre. Inoltre, è fortemente sconsigliato praticare un massaggio sul sito di un’infezione, di una ferita recente o in fase di guarigione, di un’infiammazione acuta o di una ecchimosi. Inoltre il lavoro corporeo in profondità va molto oltre rispetto ad un massaggio rilassante e può avere effetti destabilizzanti su persone fragili dal punto di vista emotivo.

Poiché il massaggio aumenta la pressione arteriosa e abbassa il ritmo cardiaco, deve essere preceduto e seguito da una valutazione di questi parametri, quando è effettuato su pazienti sensibili a tali modificazioni. In caso di disturbi circolatori (flebite, trombosi, varici), cardiaci (arteriosclerosi, ipertensione, ecc.) e di diabete, è utile ottenere il parere di un medico.

blonde woman getting recreation massage in spa salon

Scopri di più

Pancia piatta per l‘estate

Avere una pancia piatta, non è il sogno di tutti? Un sogno peraltro accessibile… a condizione di rispettare alcune regole semplici!

 

Puntate sulle fibre

Oltre ad essere ottime per la salute, le fibre costituiscono un perfetto alleato per un addome piatto! Vi sono due tipi di fibre: solubili e insolubili. Le fibre solubili contribuiscono a regolare il tasso di colesterolo e la glicemia nel sangue; le fibre insolubili, invece, favoriscono il transito intestinale e proteggono dalla stitichezza. Per avere una pancia piatta, occorre puntare sulle fibre insolubili! Preferite i cereali e la crusca di grano, frutta e verdura, alimenti integrali (riso, pane…) e i legumi (fagioli rossi, lenticchie…). Le fibre insolubili hanno inoltre il vantaggio di garantire una sensazione di sazietà più durevole, un effetto da non sottovalutare se desiderate perdere grasso addominale!

Privilegiate i grassi buoni

Contrariamente a ciò che si potrebbe pensare, per ridurre il girovita bisogna continuare a consumare dei grassi, ma non tutti i grassi! Infatti bisogna privilegiare gli acidi grassi monoinsaturi (omega-9) contenuti soprattutto nell‘olio d‘oliva, l‘olio di colza, l‘avocado, le mandorle, le noci di macadamia e la maggior parte delle altre noci (la nostra classifica degli alimenti più ricchi in omega-9).

Una bevanda drenante per aiutarvi

Le bevande drenanti sono raccomandate in caso di problemi digestivi, ma anche in caso di grasso addominale. Tuttavia, queste bevande sono efficaci soltanto se sono associate a un‘alimentazione sana e sono consumate diverse volte al giorno.

Queste bevande sono di solito a base di piante con virtù diuretiche che drenano l’organismo agendo su diversi organi come il fegato, i reni e anche il sistema linfatico. Per lottare contro la ritenzione idrica (quando l’organismo immagazzina più acqua di quanta non ne elimini), si può utilizzare, per esempio, il tè verde o il tarassaco.

Fate sport

Contrariamente a quanto si creda, non sono gli esercizi “mirati”, come gli addominali, che permettono di perdere grasso in questa zona. È meglio optare per una disciplina più completa, come il nuoto, la camminata o la corsa, e la bici.

Scegliete glucidi a basso indice glicemico

L’indice glicemico (IG) è utilizzato per classificare gli alimenti in base al livello di glicemia (tasso di zuccheri nel sangue) che producono quando sono consumati. Si consiglia quindi di privilegiare alimenti a basso IG, cioè inferiore a 10. Per esempio, inserite nel menù dei cereali integrali, prodotti senza zucchero, frutta e verdura, legumi, ecc

 

Attenzione ai prodotti dimagranti venduti su Internet!

Swissmedic, l’organismo svizzero di controllo e di registrazione dei medicamenti, ha analizzato la composizione di 61 prodotti dimagranti importati illegalmente. Il risultato è inquietante: oltre tre quarti dei prodotti contenevano principi attivi non dichiarati. Più della metà risultava contenere sibutramina: un principio attivo che è stato ritirato dal mercato nel 2010 nel mondo intero perché pericoloso per la salute.

Sappiamo per esperienza che la domanda di prodotti dimagranti aumenta in primavera. Sono tante le persone che ordinano tali prodotti online senza sapere veramente che cosa riceveranno. È sorprendente che un numero crescente di prodotti dimagranti proposti siano bevande come il caffè e che alcune di queste bevande contengano sostanze proibite in quantità nocive per la salute. In tutto, 41 prodotti si rivendicavano come “naturali” o “di origine vegetale”. In realtà, 35 di essi contenevano componenti chimici pericolosi. Un sacchetto di caffè conteneva 45 mg di sibutramina: una dose potenzialmente mortale, equivalente al triplo della dose massima giornaliera. Inoltre, alcuni prodotti contenevano altri principi attivi non dichiarati, come degli analgesici (paracetamolo), degli anti-infiammatori (diclofenaco) o degli antidepressivi (fluoxetina). I risultati di queste analisi mostrano inoltre che i prodotti o i medicamenti vantati come dimagranti e provenienti da fonti non controllate possono essere estremamente pericolosi per la salute!

Scopri di più