• Italiano
  • Francese
  • Tedesco


  Contact : 021 802 00 19

I vantaggi del termalismo

La talassoterapia consiste nell’uso dell’acqua di mare, e più in generale dell’ambiente marino (alghe, fanghi, sabbia, aria e clima marittimo…), a scopi terapeutici. Rigorosamente sotto controllo medico, è praticata sul litorale in centri specializzati.

La talassoterapia offre un gran numero di vantaggi per la rigenerazione dell’organismo e per rafforzare il sistema immunitario. È inoltre indicata nella prevenzione e nel trattamento di dolori lombari (mal di schiena), fibromialgia, reumatismi degenerativi come l’artrite o l’artrosi, disturbi della circolazione sanguigna, insufficienza cardiaca cronica, ansia, depressione e anche alcune affezioni dermatologiche, come la psoriasi.

TALASSOTERAPIA: UN PO’ DI STORIA…
Le virtù terapeutiche della talassoterapia sono note sin dall’antichità: gli Egizi, i Greci e i Romani utilizzavano già l’acqua di mare per il bagno o per affusione (azione di versare dell’acqua su una parte del corpo) e il fango marino per fomentazione (applicazione esterna di medicazioni calde, cioè i fomenti) per curare le malattie. Alcuni secoli più tardi, nel 1865, il termine “talassoterapia” (thalassothérapie) nasce in Francia grazie al Dr. Joseph La Bonnardière che ebbe l’idea di unire due parole greche per diffondere i benefici dell’acqua di mare: thalassa, che significa mare, e therapeia, cioè cura o terapia.

I BENEFICI DELL’ACQUA DI MARE PER LA SALUTE
La talassoterapia si basa principalmente sull’uso dell’acqua di mare per rigenerare l’organismo e curare alcune affezioni croniche. L’acqua di mare contiene numerosi sali minerali essenziali per l’organismo, come il cloruro di sodio (27 g per litro), il potassio, il magnesio e il calcio.

Le ricerche condotte alla fine dell’Ottocento dal biologo francese René Quinton hanno dimostrato che la composizione dell’acqua di mare è sorprendentemente simile a quella dei liquidi del corpo umano, in particolare del plasma sanguigno e del liquido interstiziale, chiamato anche liquido extra-cellulare, nel quale sono immerse tutte le cellule dell’organismo. In altre parole, l’acqua di mare e alcuni elementi caratteristici dell’ambiente marino (alghe, fanghi, sabbia, aria…) sono benefici per la salute perché forniscono oligoelementi, minerali e vitamine indispensabili per il buon funzionamento dell’organismo.

THALASSO: LE VIRTÙ DELLE ALGHE E DEI FANGHI MARINI
La talassoterapia non si limita all’acqua di mare. Altri elementi caratteristici dell’ambiente marino, come le alghe e i fanghi di mare, sono utilizzati per le cure e in particolare per i bagni e l’avvolgimento. Quest’ultima tecnica consiste nell’applicare a livello locale o su tutto il corpo una soluzione calda (crema di alghe, miscela di fango caldo e acqua di mare…), e poi nell’avvolgere il soggetto in una termocoperta per favorire la penetrazione dei principi attivi marini ed eliminare le tossine.

Le alghe hanno una concentrazione eccezionale di sali minerali, oligoelementi e vitamine (iodio, fosforo, potassio, magnesio, ferro, fluoro, calcio…), fino a centomila volte maggiore rispetto all’acqua di mare. L’algoterapia permette così di completare l’effetto rinforzante e remineralizzante delle cure con acqua di mare. Grazie alla presenza di numerosi elementi minerali, le alghe hanno ottime virtù antibatteriche e antivirali, e presentano numerosi vantaggi per la salute: esse purificano l’organismo, depurano la pelle, favoriscono la circolazione del sangue, alleviano i sintomi reumatici e regolano la tiroide.

Il fango marino è ricco di ioni negativi provenienti dalla decomposizione della flora e della fauna marina; è nota la sua azione analgesica, antinfiammatoria e disintossicante. Mescolato all’acqua di mare e applicato sotto forma di cataplasma sulle regioni dolorose del corpo, il fango permette di lottare efficacemente contro i reumatismi e alcuni disturbi dermatologici. Le terapie che si avvalgono del fango marino presentano diversi vantaggi:

  • Durante la seduta, gli oligoelementi penetrano attraverso la barriera cutanea per raggiungere le cellule. L’organismo si ricarica in vitamine e ritrova tutta la sua vitalità.
  • Grazie al potere disintossicante del fango marino, combinato all’effetto del calore, i pori dell’epidermide si aprono e liberano le tossine accumulate dall’organismo, sbarazzandolo dalle impurità. La pelle risulta più sana e liscia.
  • Questo tipo di cure favorisce inoltre la sensazione di rilassamento e libera dallo stress della vita quotidiana.

Fonte: www.passeportsante.net / Illustrazione: Freepik