• Italiano
  • Francese
  • Tedesco


  Contact : 021 802 00 19

Vivere con un’allergia

La diagnosi ve lo ha confermato: siete affetti da un’allergia e quindi dovete adattare la vostra vita. Gli sforzi per evitare l’allergene problematico sono spesso ricompensati, ma non impediscono al 100% i brutti incontri.

Le misure di controllo dell’ambiente sono un passaggio obbligato nella presa in carico di un’allergia. L’identificazione e poi l’allontanamento dei fattori che scatenano l’allergia fanno parte del piano terapeutico, allo stesso modo della terapia medicamentosa.

Se i pollini sono onnipresenti e difficili da controllare, è invece possibile, e salutare, lottare contro gli agenti irritanti (come il fumo di sigaretta, per esempio) o gli allergeni domestici (acari, scarafaggi, muffe e pelo animale…). Si tenga presente però che, dato il carattere estremamente tenace dei peli di gatto, gli effetti della loro eliminazione sono raramente immediati.

In un gran numero di casi, la riduzione dell’esposizione ai fattori che scatenano l’allergia (allergeni e sostanze irritanti) non basta per disfarsi completamente dei sintomi, ma gli sforzi dedicati alla prevenzione non sono comunque vani: essi permettono normalmente di ridurre l’assunzione di medicamenti e questo è un vantaggio non trascurabile.

INFORMARSI SUI POLLINI
Soggiornare lontano dai pollini non è sempre possibile, però possiamo informarci sulle loro variazioni stagionali e rispettare alcune regole per minimizzarne l’impatto. Le fioriture elvetiche sono scrutate da vicino da alcuni specialisti di Meteo Svizzera. Inoltre i bollettini meteo sui pollini vengono regolarmente comunicati attraverso diversi canali d’informazione: farmacie, giornali, radio, Internet, applicazioni iPhone, ecc. Informazioni utilissime per programmare una gita!

ALCUNE ASTUZIE CONTRO I POLLINI
Se è impossibile sfuggire completamente ai pollini, potete limitarne i danni:

  • Dormite con le finestre chiuse: i pollini sono attivi la mattina presto;
  • Evitate le correnti d’aria;
  • Viaggiate in auto con i finestrini chiusi e non attivate la ventilazione dell’auto;
  • Rinunciate a tagliare o raccogliere l’erba del prato;
  • Evitate le attività all’aria aperta come i picnic nei campi, in particolare nelle giornate calde, secche e ventose;
  • Partite in vacanza in regioni situate in riva al mare, dove i pollini sono meno presenti;
  • Concedetevi una pausa in montagna: i periodi di fioritura sono meno intensi, e le graminacee hanno un ciclo d’impollinazione ritardato di un mese rispetto alla pianura (da metà luglio a metà agosto);
  • Diffidate del cloro delle piscine, che aggredisce le mucose già irritate del naso e degli occhi;
  • Resistete coraggiosamente al prurito terribile che vi assale: strofinarsi il naso amplifica i sintomi;
  • Rinunciate al fumo: la sigaretta aggrava la congestione nasale;
  • Lavatevi i capelli al ritorno da una passeggiata in mezzo alla natura.

Fonte: www.planetesante.ch